La più bella Maserati della storia

È lei, la Maserati A6GCS, la vettura che è stata eletta “Maserati del Centenario”, vale a dire la più bella Maserati mai costruita nel corso dei cent’anni di storia del marchio modenese. La Berlinetta del 1954 è risultata la più votata in assoluto nel sondaggio che Maserati ha rivolto agli appassionati del Tridente e, con ben 407 voti, ha di gran lunga superato la Tipo 61 Birdcage del 1959, classificatasi al secondo posto con 180 voti, e la MC12 del 2004, terza con 159 preferenze. Le ragioni di tanto apprezzamento da parte del pubblico non sono difficili da spiegare, è sufficiente ammirare il design dalle linee sinuose che rasenta la perfezione di questo capolavoro firmato Pininfarina, fiore all’occhiello di un’auto che non ha tempo e che sale di diritto sul gradino più alto del podio delle migliori Maserati di sempre.

L’eccellenza nel design automobilistico

La A6GCS Berlinetta, inutile dirlo, colpisce subito per il suo design elegantissimo nella sinuosità delle linee e nei dettagli che, al momento del debutto, le ha fatto vincere il Concorso Internazionale di Eleganza di Roma. Bellissima la griglia centrale a forma di ellisse con il grande tridente, incastonata tra i quattro fari circolari che chiudono egregiamente la sagoma anteriore. Il doppio scarico a vista domina invece la fiancata sinistra, sulla quale campeggia il celeberrimo logo Pininfarina. L’esclusivo disegno della vettura è il risultato della creatività del noto designer messa al servizio di Maserati per risolvere un problema pratico, vale a dire la pioggia che l’anno precedente aveva imperversato con grande intensità durante la Mille Miglia, creando non pochi problemi ai piloti, che all’epoca guidavano vetture che avevano prevalentemente una carrozzeria di tipo spyder o barchetta. Da qui la scelta della carrozzeria tipo berlinetta montata su quella che, a tutti gli effetti, è un’auto da corsa che ha come base la A6GCS/53 da competizione.

Maserati of the century

Prestazioni da competizione

La A6GCS Berlinetta è senza dubbio un’auto di straordinaria eleganza, ma le sue specifiche tecniche svelano la sua vera natura di auto da corsa. La vettura pesa infatti solo 740 kg e monta un motore L6 aspirato sei cilindri con 1985 cm3 di cilindrata e 170 cv, capace di raggiungere la velocità massima di 235 Km/h. Presentata ufficialmente nel 1954 al Salone di Torino, il gioiellino Maserati è stato prodotto in pochissimi esemplari ed è oggi richiestissimo tra i collezionisti. Si tratta di uno dei vanti della casa di Modena, un’auto che oggi è diventata un’icona universalmente riconosciuta come la Maserati del Centenario.